La pista ciclabile più bella e più frequentata d’Europa

ciclabile-danubio

ciclabile-danubio

La pista ciclabile del Danubio è la più bella e più frequentata pista dell’Europa, adatta a tutti: per le famiglie e per i “professionisti” della bici, per bambini e per adulti.

La pista ciclabile del Danubio (in tedesco “Donauradweg”) corre lungo tutto il Danubio: dalla sua sorgente in Germania, a Donaueschingen, attraverso l’Austria, la Slovacchia, l’Ungheria, la Croazia, la Serbia, la Bulgaria e la Romania, fino alle foci del Danubio nel Mar Nero. La prima parte (dalle sorgenti fino a Budapest) è quella più frequentata, dopo, sopratutto nella parte tra Bulgaria e Romania, ci sono molti tratti ancora privi di segnalazione o ancora in costruzione, adatti solo per i più accaniti “professionisti” della bici. Nell’immagine sottostante è rappresentato il tratto più amato e, per i suoi paesaggi, più bello che è quello da Passau in Germania (sul confine austriaco) fino a Vienna in Austria, attraversando le regioni dell’Alta e della Bassa Austria. Ogni anno sono ca. 300.000 i ciclisti che percorrono questo tratto, di cui ca. 60.000-70.000 fanno questa parte della pista per intero (ca. 320 km).

pista-danubio

Nella parte da Passau a Vienna, la pista è abbastanza facile, quasi sempre pianeggiante con pochissime (e lievi) salite. Per gran parte l’itinerario lungo il Danubio è libero dal traffico delle macchine e quindi molto sicuro anche per le famiglie con bambini. La segnaletica è eccellente, perdersi è praticamente impossibile. Per conoscere bene il tragitto e le mete da visitare lungo il Danubio è comunque consigliabile portarsi via una buona guida con la carta della pista. Il tempo che ci si mette per andare da Passau a Vienna dipende naturalmente dalla propria forma fisica, ma soprattutto da quali luoghi e città si vogliono visitare. Consigliato comunque a tutti quelli non abituati a gite in bici più lunghe di prepararsi bene, facendo prima di questa bella avventura almeno due o tre piccole gite di uno o anche due giorni. Lungo il percorso ci sono molte cose da vedere e vale la pena prendersi almeno 6 o 7 giorni, per passare una vacanza non troppo stressante e per avere abbastanza tempo per godersi paesaggi e città. Per i non-esperti, meglio prevedere non più di 50-60 km al giorno e di alternare giornate più lunghe con altre più rilassanti o con una giornata di pausa.

Naturalmente si può fare la pista anche in senso opposto, cioè da Vienna a Passau con ritorno in treno o in barca a Vienna. Chi non vuole portarsi via la propria bicicletta dall’Italia può noleggiare delle bici a Passau o a Vienna e ci sono anche soluzioni “tutto compreso”, con noleggio bici, pensioni o alberghi già prenotate e trasporto dei propri bagagli in pulmino: il “Donauradweg” è proprio per tutti. Ma, se posso esprimere un mio giudizio personale: la soddisfazione maggiore si ha facendo tutto da soli, con la propria bici!

 

Tags :

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pubblicità