Ecco perché il Nexus 7 darà filo da torcere al Kindle Fire


Dopo il keynote di ieri sera Google ha permesso ai partecipanti all’I/O di usarne uno e i nostri amici di Gizmodo USA che erano presenti, non si sono fatti scappare l’occasione.
E’ un tablet leggero, compatto e davvero veloce. E si fa fatica a credere che costi solo 200 dollari. La prima cosa che si nota è che è incredibilmente solido. Ha i bordi in alluminio e un retro gommato che dà una sensazione di morbidezza e di solida presa.

Entra facilmente nella tasca di una giacca. Ha una fotocamera frontale, ma non sul retro il che va bene perché la gente che scatta foto con i tablet è abbastanza ridicola.
C’è anche un interruttore per il volume e, naturalmente, uno per accendere e spegnere il dispositivo, una porta microUSB e un jack audio per le cuffie. Purtroppo, non c’è la possibilità di espandere lo storage con schede SD, ma questo rientra nei piani di Google di spingere gli utenti ad usare i suoi servizi cloud.

Il tempo di avvio è davvero ridotto, lo schermo è brillante e vivido. Il sistema operativo risulta fluido e la parola usata da Google durante la presentazione, “burro”, risulta perfettamente adatta.
Jellybean è davvero un gran bell’OS e usa le dimensioni dello schermo del tablet decisamente bene, per esempio, con sei scorciatoie per ogni riga sulla schermata home.

Certo c’è bisogno di test più approfonditi e di un uso più massiccio prima di emettere giudizi definitivi, ma per quello che sappiamo adesso, non c’è una sola ragione per cui bisognerebbe preferirgli il Kindle Fire. Amazon, adesso tocca a te.

[Fonte: Gizmodo USA]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(*)

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

2 risposte a Ecco perché il Nexus 7 darà filo da torcere al Kindle Fire

  1. Riccionese 29 giu 2012, 16:36

    Sarà anche ridicola la gente che fotografa con un tablet ma chi deve leggere un QR code ? o le varie applicazioni di realtà aumentata tipo Layar oppure, per restare in casa google: come si usa goggles??

    Ci sono vari motivi per cui si può rinunciare alla fotocamere posteriore, a partire dall’obbiettivo di costo ma forse chi si propone come “recensore” potrebbe avere più … ampiezza di vedute :-)

    in ogni caso è indiscutibilmente un bell’oggetto che appena arriverà anche da noi valuterò bene, se non spallano con il costo !

  2. eric 28 giu 2012, 21:27

    e anche non vedo nessuna ragione per cui dovremmo preferirgli un ipad….