Il Doodle dedicato al genio matematico di Turing


Se Alan Turing non si fosse suicidato nel 1954, avrebbe compiuto 100 anni oggi. E Google, come da sua abitudine, lo omaggia con un Doodle che richiama il funzionamento della macchina di Turing.
Turing concepì la sua macchina nel 1939. In sostanza si trattava di un computer meccanico con quella che lo stesso Turing chiamava “memoria infinita”.

La sua macchina scansionava un nastro cercando indizi specifici (sotto forma di simboli) che avrebbero alterato lo stato della macchina. Anche se in grado di processare la logica di qualsiasi algoritmo informatico, la macchina di Turing non viene vista come una soluzione reale per i computer della vita reale. Piuttosto, è diventata un modo standard per concettualizzare il funzionamento delle CPU.

Il genio informatico e matematico di Turing, poi, si rivelò fondamentale durante la Seconda Guerra Mondiale per la decifrazione dei messaggi in codice delle forze armate tedesche da parte di quelle britanniche. E’ per questo che da molti Turing viene considerato uno dei padri della criptografia.

Arrestato e condannato nel 1952 per omosessualità, optò, invece che per la prigione, per la castrazione chimica che lo rese impotente e gli provocò la comparsa del seno. Due anni dopo, probabilmente anche a causa delle sue vicende giudiziarie, si suicidò ingerendo una mela al cianuro.

Il Doodle di oggi vi sfida ad usare la Macchina di Turing virtuale per parlare con Google in codice Binario. Qualcuno di voi accettala sfida?

[Fonte: Gizmodo USA]

Conosci segreti e i trucchi di Google? Scoprilo con il nostro quiz

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(*)

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>