E’ morto Dennis Ritchie, padre di Unix e del linguaggio C

dennis_ritchie


Non è un bel periodo per il mondo dell'IT. Si è spento ieri, infatti, Dennis Ritchie considerato uno dei pionieri dell'informatica moderna, co-autore, insieme a Ken Thompson del sistema operativo UNIX e del linguaggio di programmazione C. Il suo libro, "Linguaggio C", scritto insieme a Brian Kernighan, è ritenuto uno dei pilastri della programmazione da generazioni di programmatori.
Ritchie si è spento all'età di 70 anni e a dare la notizia è stato il suo ex collaboratore dei Laboratori Bell, dove Rtichie iniziò il suo lungo lavoro di informatico, Robert Pike. "Il mondo ha perso una mente davvero grandiosa" ha dichiarato Pike, e non si può non essere d'accordo.
C, infatti, è ancora oggi il linguaggio di programmazione più usato di tutti i tempi e senza UNIX, molto probabilmente, non avremmo Linux, Mac OS X, BSD solo per citare i più famosi e usati tra i sistemi operativi basati sulla creazione di Ritchie e Thompson.

Nel 1983, Ritchie e Thompson ricevettero il premio Turing per il contributo allo sviluppo della teoria generica dei sistemi operativi e specialmente per UNIX. Nel 1990, poi i due ricevettero l’IEEE Richard W. Hamming Medal dall’ Institute of Electrical and Electronics Engineers “per avere dato origine al sistema operativo UNIX e al linguaggio di programmazione C”, mentre nel 1998 l’allora presidente Bill Clinton consegnò loro la Medaglia Nazionale della Tecnologia come riconoscimento agli enormi passi fatti dall’informatica grazie a UNIX e C. Infine, proprio quest’anno, Ritchie e Thompson sono stati insigniti del Japan Prize for Information and Communications per il “lavoro pioneristico svolto nello sviluppo del sistema operativo UNIX”.

Nato a Bronxville, New York, Ritchie si era laureato ad Harvard in Fisica e Matematica Applicata e nel 1967 iniziò a lavorare al Bell Labs’ Computing Sciences Research Center dove insieme a Thompson diede vita a UNIX. Il suo ultimo incarico, che ha ricoperto fino al momento della pensione nel 2007 è stato quello di capo del System Software Research Department presso Lucent Technologies. Come si dice in questi casi, l’informatica ha perso uno dei suoi padri fondatori e a noi resta la sua grandiosa eredità.
Qui di seguito, il video in cui Ritchie e Thompson raccontano la nascita, la struttura e l’utilizzo di UNIX. (c.c.)
Immagine anteprima YouTube

Tags :
  1. Tutti parlano di lui e lo ringraziano più che altro per il loro mac…. BAH, voi secondo me non avete nemmeno capito il vero ed importante valore che ritchie ha dato a tutti noi.. lui ha creato il secondo linguaggio di programmazione più diffuso in tutto il globo… dobbiamo a lui tantissimo… perchè grazie a lui molti di noi hanno trovato il vero senso e la vera bellezza della programmazione… se proprio dobbiamo parlare di OS… dobbiamo dire che se non fosse per lui (ma non solo per lui, non possiamo dimenticare ken thompson, e Brian Kernighan) non sarebbe esistente windows, linux, android, IOS, MAC OS X, e tutti i sistemi operativi basati su unix o scritti almeno in parte in C, per non parlare poi dell’evoluzione e la creazione di linguaggi come perl, python, C++, C#, java e via dicendo che hanno tutti a che fare con il C, per un motivo o per un altro… Vedete voi se qui si parla solo di OS, che si blocca o uno più veloce dell’altro… ed evitate di ripetere tutti la stessa cosa: “L’inventore dell’informatica moderna”. E’ stato un grand’uomo, e verrà ricordato come tale. R.I.P.

  2. “Se il mio Mac funziona meglio di Windows è pure grazie a lui!!!
    Rip.”

    ma il mac è un PC con un OS unix come un PC con linux, cmq windows 7 si blocca molto meno di MAc os lion :asd:

    cmq ora è veramente morto L’INVENTORE dell’informatica moderna…

  3. Giuseppe per lo meno scrivi codice giusto.. così lo offendi!

    Cmq sono contento che qualcuno ne parli..Merita tutto il nostro onore, potremmo considerarlo il padre dell’evoluzione dell’informatica..

    Ciao Ritchie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pubblicità