Ecco Windows Phone 7, dal 21 ottobre in Italia


Sette nuovi dispositivi, disponibili, in tempo per le prossime festività e in Italia a partire dal 21 ottobre, con 60 diversi operatori di telefonia mobile in 30 paesi sparsi in Europa, Nord America, Asia e Australia. Con questi numeri, Microsoft ha iniziato il keynote del lancio di Windows Phone 7, il sistema operativo mobile di Redmond che ha il difficile compito di ridare vigore alla presenza di Microsoft nel mondo della telefonia mobile.

“Abbiamo a disposizione una bellissima gamma di cellulari per questa prima serie di Windows Phone 7 – ha dichiarato Steve Ballmer, Chief Executive Officer di Microsoft dal palco dell’evento di lancio -. Microsoft ed i suoi partner offrono un nuovo tipo di telefono ed un’innovativa esperienza mobile che rendono più veloci le attività di ogni giorno, permettendo di fare di più con meno passaggi e fornendo informazioni sempre aggiornate in una modalità da ‘uno sguardo e via'”.

I partner a cui Ballmer fa riferimento sono i produttori di hardware e i carrier, naturalmente. Tra i primi figurano Dell, Samsung, LG e HTC, i cui dispositivi avranno tutti un processore Qualcomm Snapdragon, mentre tra i secondi i principali sono America Movil, AT&T, Deutsche Telekom AG, Movistar, O2, Orange, SFR, SingTel, Telcel, Telstra, TELUS, T-Mobile USA e Vodafone.
Xbox LIVE, Office, Zune, Windows Live, Bing maps, Bing, Outlook, Hotmail (anche via Exchange ActiveSync) poi, sono solo alcune delle applicazioni native di tutti i nuovi dispositivi WinPhone7. Il calendario è raggiungibile con un semplice tocco su “I’ll be late”, mentre il riconoscimento vocale (Tellme voice recognition) permette di effettuare ricerche. Durante il keynote di presentazione, Joe Belfiore ha provato “Alaska Flight 7″ e il sistema ha riconosciuto la sua voce fornendogli i dettagli sui voli aerei.

La schermata iniziale è personalizzabile con sezioni dinamiche (Live Tile) e mostra all’utente il contenuto personalizzato al posto di una semplice icona statica. Le sezioni dinamiche si aggiornano in tempo reale con contenuti provenienti dal Web, quali notizie, appuntamenti o lo status degli amici sui social network. Queste sezioni possono essere facilmente create con qualsiasi contenuto scelto dall’utente, ad esempio, con applicazioni, siti Web o anche con foto e brani musicali.
E con Xbox LIVE, Microsoft strizza l’occhio al mondo dei giochi mobili ed Electronic Arts (EA) ha annunciato oggi la prima serie di giochi EA per Windows Phone 7 in arrivo quest’autunno, tutti compatibili con Xbox LIVE.

Grazie a Windows phone 7, poi, anche noi potremo provare l’esperienza di Zune, il lettore multimediale di Microsoft riservato al mercato statunitense. È possibile riprodurre la propria playlist dei brani musicali, sincronizzare in modalità wireless dal PC o trasmettere o scaricare nuove canzoni da Windows Marketplace.
La funzione di ricerca è stata decisamente implementata e migliorata. Dalla schermata iniziale, il pulsante Cerca consente di accedere a Bing per dispositivi mobili, fornendo risultati Web, informazioni locali, mappe, indicazioni, Instant Answers etc.

Il supporto per Windows Live facilita la gestione delle immagini, del calendario di Windows Live, di OneNote Mobile e di altro ancora. E come ha già fatto Apple e HTC poco tempo fa, anche Microsoft offre un servizio un gratuito, che si chiama “Find my phone” e fa parte di Windows Live, che consente di chiamare, bloccare, cancellare e mostrare in remoto la posizione del telefono su una mappa.
Anche Microsoft esclude Flash (almeno per il momento) mentre l’arrivo del copia&incolla è rimandato all’inizio del 2011. “Mettete tutti le mani sui device” è l’appello conclusivo che Ballmer lancia agli sviluppatori, perché, si sa, un aspetto importante della guerra in corso è sulle app e sui market. (c.c.)

[Fonte: Microsoft, immagini Gizmodo USA]

Tags :

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pubblicità